Home Motociclismo C.I.V. Samuele Cavalieri “Il mio obbiettivo? Il WSBK 2020”
Samuele Cavalieri “Il mio obbiettivo? Il WSBK 2020”
0

Samuele Cavalieri “Il mio obbiettivo? Il WSBK 2020”

166
0

Samuele Cavalieri è stato il pilota rivelazione del primo appuntamento del Campionato Italiano Superbike. Il super-favorito era Michele Pirro ed ha vinto entrambe le gare, come da pronostico ma alle sue spalle? Tutti pensavano di vedere al secondo posto un nome noto della scena internazionale: Lorenzo Savadori, Roberto Tamburini, Riccardo Russo, Lorenzo Zanetti… Invece no. Un po’ a sorpresa “l’anti Pirro” è stato Samuele Cavalieri.

Chi è questo ragazzo che ha conquistato pole position e due secondi posti a Misano? 

Ha 21 anni, è diplomato in elettronica, gareggia per il team Motocorsa ed ha come manager proprio Michele Pirro.

“Sono cresciuto nel CEV Moto 2 – racconta Samuele – ma sono alto 1,85, troppo per la Moto2 inoltre il Campionato Spagnolo ha dei costi molto alti. Pirro mi ha aiutato ad entrare in SBK. Nel 2018 ho avuto un problema fisico ma già a fine stagione sono salito sul podio. Quest’anno ho iniziato la stagione con la pole e due secondi posti. È stato un bell’inizio”.

Samuele Cavalieri

Pirro si sta confermando un grande talent scout. Oltre a Matteo Ferrari sta aiutando e valorizzando anche Samuele Cavalieri.

“Sono di Comacchio ma mi sono trasferito a vivere a Cesena, vicino a casa di Pirro e mi alleno ogni giorno con lui. Gli devo tanto. Ringrazio anche Lorenzo Mauri, mio team manager e Dario Marchetti che credono in me”.

Pirro è il tuo manager ma anche il tuo rivale nel CIV. Che effetto ti fa?

“Per me è un grande stimolo gareggiare contro di lui. Il livello del CIV è molto alto. Oltre a Michele, i più forti sono Savadori e Tamburini ma bisogna tenere d’occhio anche Vitali che si sta riprendendo da un grave infortunio e presto lotterà anche lui con i primi”.

Cavalieri in conferenza stampa

Prevedi di partecipare anche a qualche gara del Mondiale?

“A me piacerebbe avere le wild card italiane però dovrei meritarmele, essere pronto. Il mio obbiettivo concreto è cercare di partecipare al Mondiale 2020 con Motocorsa e diventare quindi un pilota professionista”.    

Foto: Dario Avancini

Marianna Giannoni