Home Motociclismo SBK Dario Marchetti “Bautista ha toccato il fondo, non può che risalire. Lotterà fino alla fine”
Dario Marchetti “Bautista ha toccato il fondo, non può che risalire. Lotterà fino alla fine”
0

Dario Marchetti “Bautista ha toccato il fondo, non può che risalire. Lotterà fino alla fine”

386
0

Dario Marchetti era stato lungimirante. Il 23 giugno aveva previsto cosa sarebbe successo nel Mondiale Superbike e dunque chi meglio di lui può analizzare la situazione attuale di Bautista?

Dario Marchetti

Ad inizio campionato Bautista sembrava imbattibile ma sembra che sia rotto qualcosa in un meccanismo perfetto. Come se lo spiega?

 “Tre mesi fa sembrava che Bautista avesse già vinto il campionato. La superiorità era imbarazzante ma era prevedibile che quella situazione non sarebbe durata a lungo. Il reale potenziale non era quello visto ad inizio campionato. Bautista arrivava dalla MotoGP, si era trovato perfettamente a suo agio sulla moto e ad inizio stagione si correva su piste molto congeniali alla Ducati. Alvaro era stato anche molto fortunato con l’annullamento delle gare di Assen ed Imola in cui avrebbe incontrato delle difficoltà.

C’erano state una serie di situazioni, di coincidenze, che avevano giocato a favore del binomio Ducati – Bautista .

Era chiaro che quando si arrivava su piste come Imola, Donington, Laguna Seca avrebbero incontrato delle difficoltà anche perché non c’erano riferimenti. Non li aveva il team perché la moto è nuovissima e non li aveva il pilota che non conosceva questi circuiti, più difficili di altri mentre il binomio Rea – Kawasaki era solido e collaudatissimo”.

Bautista – foto Dario Avancini

È possibile che il pilota si sia rilassato pensando di avere in mano la situazione?

“Forse all’inizio è rimasto sorpreso di riuscire a dominare con così tanta facilità e può anche essere che questo abbia causato un leggero rilassamento ma non penso. Lo sbaglio più grande che può compiere un pilota è pensare di avere già vinto. Nel CIV, ad esempio, il mio amico Pirro ha un grandissimo vantaggio ma deve stare sempre attento, tutto può succedere”.

Le questioni contrattuali potrebbero averlo deconcentrato?

“Da quanto so, volontà di rinnovargli il contratto da parte di Ducati è massima così come il desiderio di Bautista di rimanere con questa squadra tuttavia vorrebbe monetizzare. Ducati, da parte sua, sta molto attenta agli ingaggi. Tendenzialmente è orientata ad offrire ingaggi bassi e premi alti. Intanto si è fatta viva la Honda, alla ricerca di un pilota importante per il prossimo anno. Un pilota professionista però quando abbassa la visiera non pensa a queste”.  

Bautista – foto Dario Avancini

Ora Rea ha 81 punti di vantaggio su Bautista. Il campionato è giù chiuso?

“Logicamente è il favorito è Rea ma non è detto. Nel 2002, ad esempio, Troy Bayliss stava dominando poi Edwards ha riaperto il campionato che si è deciso all’ultima gara. Può ancora succedere di tutto. Certo, a Rea  basta arrivare sempre secondo tuttavia stanno emergendo anche alti piloti che si possono inserire nella corsa per le primissime posizioni.

Penso che Sykes e Davies possano essere due aghi della bilancia.

Tom è in forte crescita e secondo me nelle prossime gare ci farà divertire mentre Chaz è tornato ad andare forte come abbiamo visto ieri e come tutti immaginavamo. Può inserirsi anche Razgatlioglu ma gareggiando su una Kawasaki, in caso di necessità, penso che agevolerebbe Rea.

Non è detto quindi che Rea possa avere tutti i podi garantiti.  Inoltre non dimentichiamoci che parteciperà alla 8 Ore di Suzuka, una gara pericolosa in cui può capitare di tutto. Ovviamente non lo auguro a nessuno ma è ancora tutto possibile.

Se una persona vuole fare il ragioniere va a lavorare in banca e non fa il pilota.

Un discorso è rimanere concentrato, non commettere errori e non buttare via risultati utili, un altro è avere un atteggiamento attendista. I calcoli si fanno alle fine, magari alle ultime gare”.

A settembre intanto si correrà a Portimao.

“In questo circuito vedo meglio Rea ma non è detto. Magari Bautista le vince tutte 3, riprende fiducia e lotta per il titolo fino alla fine. Io sono certo che ci divertiremo fino alla fine”.

Marianna Giannoni

Le 3 foto con Bautista sono state scattate da Dario Avancini

(386)