Home Motociclismo C.I.V. Luca Bernardi è pronto per una nuova sfida con il Team Gomma Racing
Luca Bernardi è pronto per una nuova sfida con il Team Gomma Racing
0

Luca Bernardi è pronto per una nuova sfida con il Team Gomma Racing

105
0

Luca Bernardi si è unito ai ranghi del Team Gomma Racing, campione in carica del CIV SS600, per l’anno corrente. La squadra capeggiata da Alessio Corradi, dopo aver vissuto un 2019 trionfale con Lorenzo Gabellini, ha presentato i propri programmi. Sulla competitiva Yamaha R6 della compagine di Langhirano salirà la giovane promessa sammarinese, campione 2017 del CIV SS300. Dopo un debutto assai positivo nella categoria di mezzo, Luca Bernardi andrà a sostituire Gabellini. L’apprendistato nella 600 è andato sempre più in crescendo, ottenendo pure un podio al Mugello. Un bel biglietto da visita per il pilota di San Marino. Adesso, il 2020, deve rappresentare la stagione della consacrazione: una sfida importante per il pilota, con una squadra che gli consentirà di lottare per le posizioni di vertice della Supersport italiana.

Le parole di Luca Bernardi: “Lo scorso anno mi sono dovuto abituare alla guida della 600 e non è stato facile. Però abbiamo chiuso in crescendo. Sono molto felice che Gomma Racing mi abbia scelto come loro portacolori nel 2020. Adesso faccio parte della squadra campione d’Italia, dovrò dimostrare di essere all’altezza e ripagarli della fiducia data. Sono entrato a fare parte di un bel progetto, sono pronto a dare il massimo”.

Estremamente soddisfatto anche Alessio Corradi: Il 2020 rappresenterà per noi una nuova sfida e daremo il massimo per puntare in alto. Dopo le soddisfazioni con Gabellini, quest’anno abbiamo deciso di puntare su Luca Bernardi. È un pilota giovane, ma molto determinato e forte. Confidiamo in lui e daremo tutti noi stessi per metterlo nelle migliori condizioni”.

Nei prossimi giorni, Bernardi e Gomma Racing scenderanno in pista a Cartagena per i primi test del 2020. Ma la testa è già rivolta al primo round del CIV, in programma il 25-26 Aprile a Misano.

Andrea Periccioli

(105)