Home Motociclismo SBK Alex Lowes “Fantastico vincere al debutto con Kawasaki però ora mi mancano le corse”
Alex Lowes “Fantastico vincere al debutto con Kawasaki però ora mi mancano le corse”
0

Alex Lowes “Fantastico vincere al debutto con Kawasaki però ora mi mancano le corse”

111
0

Talvolta il motociclismo regala delle emozionanti sorprese che portano il pubblico a riflettere su quanto detto negli anni precedenti. Questo è il caso di Alex Lowes, un pilota considerato “distruttore di carene” e dalle scarse doti in modo assai prematuro. Il vincitore 2013 del BSB British Superbike, dopo alcune stagioni altalenanti tra Suzuki e Yamaha, ha trovato nuova
linfa nel Kawasaki Racing Team pluricampione del mondo di categoria. Un ambiente positivo in grado di rivitalizzare Alex Lowes, capace di conquistare un primo e un secondo posto nel debutto stagionale 2020 di Phillip Island. Due podi che gli hanno consentito di balzare al comando della graduatoria provvisoria tra lo stupore generale, prima dello stop
forzato causa Covid 19.


Alex Lowes, come stai vivendo questa situazione?
“Stiamo assistendo ad un momento paradossale. Mi mancano molto le corse, lo stare a contatto con la mia squadra e con i tifosi. Non è semplice parlarne. Sento l’assenza delle solite abitudini e dell’ebrezza della velocità. Sto cercando di rimanere positivo, allenandomi tra le mura di casa. Allo stesso modo, sono felice di dedicare più tempo alla mia famiglia”.

Quanto è complicato per un pilota rimanere concentrato a livello psico – fisico?
“Sinceramente non è così difficile rispetto a quanto si possa pensare. Sicuramente sarebbe più semplice se sapessimo nello specifico la date di inizio della seconda parte di stagione. Negli ultimi giorni si sta ipotizzando di ripartire da Jerez nei mesi estivi. Al momento, però, mi sto focalizzando esclusivamente sulla preparazione fisica, con differenti sessioni di
allenamento”.


Quali sensazioni hai provato in Australia in sella alla nuova moto?
“Mi sono trovato a mio agio fin da subito sulla Kawasaki, nelle corso delle prove ci siamo soffermati a lavorare con gomme usate. E’ stato fantastico salire per ben due volte sul podio, e vincere, al debutto. Ma, onestamente, devo imparare ancora molte cose. Dato che, durante i test invernali, non siamo riusciti a completare molti giri sull’asciutto causa maltempo.
Devo capire come estrarre il massimo dalla ZX10, ma per ora posso ritenermi soddisfatto”.


Come ti stai trovando con il tuo compagno e con la squadra?
“Sono molto felice di essere nello stesso box di Jonathan Rea. E’ una persona squisita e il miglior pilota del Mondiale SBK di sempre. Sto imparando da lui, ci confrontiamo spesso e continueremo a farlo in futuro. Questo è soltanto l’inizio. Con la squadra, invece, mi sto trovando divinamente. Credo che fosse un passaggio importante per la mia carriera, grazie a loro ho capito come giocare le mie carte e lottare per qualcosa di importante”.


Quali emozioni hai provato nel laurearti campione BSB?
“Un momento indescrivibile, per certi versi sorprendente. Ringrazio il Team Samsung Honda per avermi dato l’opportunità ma, soprattutto, una moto competitiva. Essendo inglese, ho seguito fin da bambino le gare del campionato nazionale. Non avrei mai pensato di vincere il British Superbike, è stato il coronamento di un sogno. Una stagione entusiasmante, ricca di un duello epico contro l’esperto Shane Byrne. Porterò per sempre nel cuore questo successo”.

Quali sono le tue aspettative per quando si tornerà in pista?
“Spero di lottare ogni fine settimana per il podio o, perchè no, nuovamente per la vittoria. Inoltre non vedo l’ora di tornare a lavorare con la squadra e guidare la mia ZX10. Chiaramente è una stagione particolare, ma proverò a fare del mio meglio. Dopotutto mi trovo in testa alla classifica piloti in seguito ai risultati del primo round stagionale”.

Andrea Periccioli

(111)