1. Home
  2. Motociclismo
  3. SBK
  4. Samuele Cavalieri “Quando ho ricevuto il messaggio non ho dormito la notte”
Samuele Cavalieri “Quando ho ricevuto il messaggio non ho dormito la notte”
0

Samuele Cavalieri “Quando ho ricevuto il messaggio non ho dormito la notte”

626
0

Samuele Cavalieri è stato scelto dal team Barni per partecipare alle ultime gare della stagione nel Mondiale Superbike. Subentra a Marco Melandri, in sella alla Ducati Panigale V4-R. Il giovane pilota bolognese è attualmente impegnato con la stessa squadra nel CIV Superbike, dove occupa la seconda posizione in campionato.

Samuele, che cosa hai pensato quando hai ricevuto la notizia?

Ero davvero felicissimo. Mi hanno chiesto se mi sentivo pronto per andare a Barcellona e io ho risposto che avevo già preparato la valigia. Ero così contento che quando ho ricevuto il messaggio poi non ho dormito la notte successiva!

Che obiettivo ti poni per questa nuova avventura?

Cercherò di imparare il più possibile senza pormi obiettivi troppo difficili da raggiungere. So che il livello è molto alto e non ho neanche mai fatto test con quella moto, perciò sono consapevole che non sarà facile, specialmente all’inizio. Dovrò lavorare con metodo per potermi adattare il prima possibile alla moto ed arrivare in fretta a dei buoni piazzamenti.

La prima gara sarà a Barcellona, pista dove hai già corso…

Esatto, non è una pista del tutto nuova perchè ci ho corso ai tempi del CEV Moto2, anche se ora l’ultimo settore è diverso ed è stata anche riasfaltata. La conosco ma credo che girarci con la Superbike sia quasi come essere in un’altra pista. 

Ad ottobre ci sarà la concomitanza tra il Mondiale ad Estoril e il CIV a Vallellunga. Sai già dove correrai?

Al momento ancora non lo so. Per ora abbiamo deciso che faremo i due round del mondiale a Barcellona e a Magny Cours e poi valuteremo strada facendo che cosa fare. Così come tengo molto al Mondiale, visto che correrci è sempre stato il mio sogno, mi piacerebbe anche gareggiare a Vallelunga visto che arriviamo da un weekend a Imola davvero positivo e sono ancora in corsa per il campionato.

Com’è il tuo rapporto con il team Barni?

E’ un rapporto molto buono e ci conosciamo da tempo, perchè abbiamo corso insieme anche in passato. Mi sono sempre trovato bene con loro, che credono in me e mi danno grandi opportunità. Stiamo raccogliendo i frutti di ciò che abbiamo seminato. Anche con Michele (Pirro, ndr) il rapporto è ottimo, sono ormai quattro anni che mi segue e per me è un po’ come un padre per quel che riguarda le moto. C’è un bel rapporto anche al di fuori delle gare ed è bello condividere il box con lui. Devo ringraziare sia lui che il team Barni per ciò che fanno per me e per l’aiuto che mi danno.

Alessandro Di Moro

Foto Dario Avancini – Photo Art Evolution

(626)