1. Home
  2. Inchieste
  3. Paolo Simoncelli “Il minuto di silenzio? Andrebbe abolito”
0

Paolo Simoncelli “Il minuto di silenzio? Andrebbe abolito”

Paolo Simoncelli “Il minuto di silenzio? Andrebbe abolito”
73
0

Angoscia, semplicemente angoscia. E’ quella che provano tutti i piloti quando muore un loro collega in pista ed il minuto di silenzio prima della gara non fa altro che accrescerla. E’ il pensiero di tanti. Paolo Simoncelli lo ha dichiarato in un’intervista alla Gazzetta dello Sport dopo la morte di Dupasquier

Il minuto di silenzio prima del via della MotoGP dovrebbero abolirlo, c’è già la tragedia, a cosa serve? Penso alla famiglia, è terribile, ho conosciuto il babbo di Jason nel 2017 al Cev. Sento tante polemiche, ma questo è il motociclismo, bisogna convivere con tutto questo”.

Motorsport is dangerous, è un dato di fatto, ne sono tutti consapevoli. Ovviamente quando muore un pilota non è possibile anestetizzare il dolore, fare finta che non sia successo, tuttavia il minuto di silenzio è un po’ come gettare benzina sul fuoco di cuori già affranti.

Il minuto di silenzio prima della gara mi ha scosso parecchioHa detto Pecco Bagnaia a Sky Sport – Non ero per niente concentrato in gara. Se fosse successo a un pilota di MotoGP, probabilmente non avremmo corso. Non è una bella pagina per il nostro sport“.

Molti addetti ai lavori hanno ritenuto inopportuno il minuto di silenzio, tra questi anche Carlo Pernat, ma retorica spesso corre più veloce del buon senso.

Marianna Giannoni

Foto dal sito SkySport

(73)