1. Home
  2. Automobilismo
  3. Formula
  4. 1
  5. Ayrton Senna visto con gli occhi una bambina
0

Ayrton Senna visto con gli occhi una bambina

Ayrton Senna visto con gli occhi una bambina
82
0

Erano gli anni della Oransoda e Lemonsoda con le pubblicità prima dei Gran Premi. Gli anni delle patatine Pai e dei gelati Sanson. Gli anni dei Gran Premi trasmessi dalla RAI raccontati da Mario Poltronieri ed  Ezio Zermiani dai boxErano soprattutto gli anni di Ayrton Senna ed Alan Prost.

Sono i ricordi di un’infanzia lontana, di una bambina che amava già i motori e sognava un futuro da giornalista mentre la sorella liceale stravedeva per Ayrton Senna. Il fuoriclasse brasiliano, obbiettivamente, era un bel ragazzo ed era l’idolo di tutte le adolescenti.       

Ayrton Senna era un eroe triste, legato al suo Brasile, alle favelas. Trasmetteva coraggio ma nello stesso tempo una grande umanità. Era noto a tutti il suo grande impegno sociale per i più deboli. Spesso finiva sui giornali di cronaca rosa per le sue relazioni sentimentali. Tra le più note quella con top model Carol Alt. C’è stato un periodo in cui un suo avversario aveva messo in giro la voce che fosse omosessuale, in un momento storico in cui l’omosessualità era un tabù. Era stato un modo per tentare d’indebolire psicologicamente un pilota fortissimo, in tutto.

In quegli anni i piloti avevano quasi sempre un soprannome. Ayrton Senna era The Magic, poi c’era Alan Prost il Professore e Nigel Mansell il Leone.  In quegli anni in Formula 1 c’erano anche tanti piloti italiani, tra i quali Alex Caffi, e tante piccole squadre. Ad ogni Gran Premio c’era almeno una sfida di “Davide contro Golia” ma c’erano anche tanti piloti lenti. Senna talvolta si lamentava dei doppiati ma senza mai umiliarli, se la memoria non tradisce.

Le battaglie più memorabili di quegli anni erano state tra Senna e Prost, diversi in tutto ma uniti da una grande stima reciproca.  

La stima era forse il sentimento più grande ed autentico che si provava per Ayrton. Era impossibile non stimarlo!

Marianna Giannoni

(82)