1. Home
  2. Motociclismo
  3. Moto Esteri
  4. 3 Incidenti mortali a Interlagos in meno di un anno – La vedova di Munuera “Basta a questa pista assassina”
0

3 Incidenti mortali a Interlagos in meno di un anno – La vedova di Munuera “Basta a questa pista assassina”

3 Incidenti mortali a Interlagos in meno di un anno – La vedova di Munuera “Basta a questa pista assassina”
114
0

Read post in: Inglese Spagnolo

3 Piloti morti in meno di un anno. Non stiamo parlando del Tourist Trophy ma del SuperBike Brasil. Il campionato non è sotto l’egida della Federazione Internazionale che sicuramente prenderebbe provvedimenti.

Nel giugno 2018 è morto  Rogério Munuera. Ha perso il controllo della Kawasaki Ninja ZX10R, ha colpito le barriere di protezione laterali poi è deceduto in ospedale. Il 14 aprile 2019 ha perso la vita Mauricio Paludete.

Ieri è morto Danilo Berto. Nel 2018 era caduto e si era salvato per miracolo ma nell’incidente di ieri non si è salvato.

Dure le parole di Caroline, vedova di Rogério Munuera.  

“Sono Caroline, moglie di Rogério Munuera, anch’esso deceduto  a Interlagos e amico di Danilo. Un’altra vita se ne va in questa manifestazione irresponsabile che è la SuperBike brasiliana! Non abbiamo solo piloti ma abbiamo mariti, figli, fratelli e amici che rischiano la vita in questo irresponsabile circo promosso dalla SuperBike.

Per quanto tempo ancora le autorità non prenderanno provvedimenti per proibire le gare di moto ad  Interlagos ? Quante altre vite saranno necessarie ?? Basta! Bisogna subito interdire questa pista assassina.  

Spero che intervenga la Federazione Internazionale e metta fine alle gare di moto ad Interlagos. Ringrazio fin da ora chi può fare qualcosa per mettere fine a tutto questo.

Intanto faccio forza alla famiglia di Danilo più che posso, ne ha bisogno! “.

Noi giornalisti di E-Motors avevamo iniziato a seguire il Campionato Brasiliano Superbike per la presenza di West ma dopo la morte di Paludete ci eravamo già posti molti interrogativi. Ora dopo, questa nuova tragedia, non ci sembra più opportuno promuove un campionato che non tutela a sufficienza il valore della vita.     

pubblicita